Home Page Progetto Città Amata
Image alt
La Città ideale è un dipinto tempera su tavola (67,5x239,5 cm) di autore ignoto

Progetto Città Amata


La Città Amata è l'elaborazione di un modello sociale, una utopia che fa sognare. E' il desiderio, la scelta emotiva di appartenere ad una società perfetta, in termini di possibile uguaglianza, perché ad essa si sceglie di appartenere.

Città Amata ideologicamente nasce all'interno della Fondazione come "luogo" dove ciascuno può dare il proprio contributo e approfondire le modalità per la libera costruzione della propria identità personale, secondo i propri obiettivi, liberamente determinati. La finalità è promuovere il "potenziamento della persona" sulla base di una propria libera scelta di vita.

Realmente si riferisce alla costruzione di un "borgo" in cui trovare servizi e infrastrutture adeguate per chiunque voglia costruire il proprio percorso di vita all'insegna della fiducia reciproca e del sostegno all'Idea.
Una "Città Amata" perché città ideale, dove gli impegni rappresentano il piacere del vivere in comunità; dove il volontariato è un optional perché la svolta è rappresentata dal promuovere le attività ed i servizi del 'luogo' di appartenenza o meglio definito 'sistema sociale' cui si è scelto di appartenere.

La Città Amata è l'elaborazione di un modello sociale, una utopia che fa sognare. E' il desiderio, la scelta emotiva di appartenere ad una società perfetta, se non altro in termini di possibile uguaglianza, perché ad essa si sceglie di appartenere.
Dove l'individualismo scompare perché non ha ragion d'essere, ma soprattutto perché cancellato dalla solidarietà, dalla fratellanza e dall'amore di chiunque faccia di questa scelta di appartenenza sociale, la propria scelta di vita.

La mia favola...


...mi piace poter pensare così in grande.. perché più piccola di quanto non lo sia oggi ho lottato per la mia stessa vita. Sorridevo quando ancora non sapevo chi mi era accanto. Respiravo la gioia della vita in ogni azione intrapresa per prendersi cura di me. Ho incontrato la vita nello sguardo amorevole dei miei genitori ed in quello di coloro che incontravano per me.
Scegliere di vivere nel borgo è così funzione di ausilio per il passaggio di ciascuno dalla propria situazione attuale alla situazione desiderata, promuovendo il "pieno sviluppo della persona umana" (art. 3 Cost.)

La Fondazione porta avanti tale impegno con il contributo di tutti quanti sono interessati alle attività della Fondazione, nella convinzione che ciascun cittadino debba saper essere primo garante di se stesso e nell'auspicio che le intime aspirazioni di ciascuno sempre più coincidano con la propria realtà.

E se:

  • l'idea di progetto, nella realizzazione di Città Amata, si traduce nel diritto ad esprimere la propria privacy, a sottrarsi all'obbligo di assumere identità coatte e a differenziarsi, a concretizzare le proprie aspirazioni;

  • i progetti satellite che verranno, sempre volti a sostenere la libera costruzione della sfera privata 'nell'ideare la tipicità';
questi ultimi, riempiranno di contenuto le attività della Fondazione.